mac-insieme-story-4.jpg
ultima pagina del libro tattile scena finale del racconto

Nell'ambito del laboratorio creativo le mamme della Fondazione MAC insieme di Salerno hanno realizzato un libro tattile, con caratteri in nero e braille. 

Il libro sarà esposto alla mostra "II catechismo della Chiesa Cattolica Accessibile. Strumenti per l'inclusione delle persone con disabilità" presso la Pontificia Università Urbaniana

partecipanti attenti al seminario servizi fondazione MAC Corbiolo anno 2016

Ritorna il consueto appuntamento.

Il tema  proposto per l’anno 2017 è “La fatica e la gioia: voci di famiglie con persone disabili”.

Rimane confermata l'impostazione di un libero confronto tra i partecipanti attraverso lo scambio alla pari di tutti.
Ciascun Ente potrà proporre una o due storie che vedono come protagonista qualche famiglia in cui vive una persona con disabilità grave e complessa. Ogni partecipante può utilizzare oltre alla relazione verbale, video, slide, che consentano a tutti di conoscere percorso effettuato, successo e difficoltà che la famiglia vive nella vita quotidiana e il supporto dell’ente.

Ecco il programma dei lavori

Dal 20 al 22 giugno si è svolto a Salerno il Convegno unitario UCN - ULN “Bambini e ragazzi nell’azione simbolico-rituale della Chiesa: liturgia e catechesi”, rivolto ai direttori e ai collaboratori degli Uffici Catechistici e Liturgici diocesani.
La prima giornata dei lavori è stata caratterizzata dalla relazione di Pierangelo Sequeri "Plasmati ed educati dall’azione liturgica. (cfr IG 17). L’orizzonte simbolico rituale della rivelazione-fede"
La seconda giornata ha visto i corsisti impegnati in ben 16 laboratori di cui uno affidato a Francesco Scelzo e Fiorenza Pestelli dal titolo “Dalle tenebre alla luce. La veglia pasquale con persone non vedenti”
Dopo un momento introduttivo e di presentazioni i partecipanti hanno vissuto un’esperienza al buio. 
Successivamente sono stati introdotti cenni di tiflologia a cura di Fiorenza Pestelli. 
A seguire il gruppo ha raggiunto la parrocchia Santa Maria ad Martyres in Salerno, dove in collaborazione con il parroco sono stati presentatii i simboli della veglia Pasquale ed è stata proposta ancora una breve esperienza al buio durante la quale è stata simulata la veglia di Pasqua.

Leggi tutto...

bimbo che strappa fogli di carta per indicare un comportamento problematico

Visto il grande interesse suscitato dal corso La gestione dei comportamenti problematici: definizione, fasi e modalità di intervento oltre l'edizione di marzo che ha già raggiunto il massimo numero di iscrizioni è stata prevista una seconda edizione tra aprile e maggio. Il programma con le nuove date sono nella scheda del corso La gestione dei comportamenti problematici: definizione, fasi e modalità di intervento - II edizione. Le iscrizioni (massimo 15) saranno accettate secondo l’ordine di arrivo, entro il 10 aprile 2017

Back to top

Questo sito usa cookie tecnici per il corretto funzionamento, cookie analitici per raccogliere dati in forma anonima e cookie di terze parti per migliorare l'esperienza utente. Accettando acconsenti all’uso dei cookie.